Social Media Marketing e scuole calcio: quando le società fanno goal

Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Sono un tifoso e come tale seguo sui social la mia squadra del cuore. Ma sono anche un padre di due bambini che fanno scuola calcio. E come tale seguo la società che dà divertimento e gioia ai miei due “piccoli campioni”. Ma faccio anche un lavoro che mi porta a studiare i social media e per lavoro ho cominciato a seguire tutte o quasi, le società con annessi settori giovanili e scuole calcio del mio territorio. E mi sono reso conto che molte società, pur avendo un grande potenziale tra le mani, non sanno come gestirlo al meglio.

scuola calcio

Il marketing e i social media

Il marketing può essere considerato come l’insieme di una serie di iniziative volte a promuovere una particolare attività, nella fattispecie la scuola calcio o un settore giovanile di una società sortiva, per renderla ancora più appetibile oltre che corrispondente alle aspettative delle famiglie.

In aiuto alle società, ecco che da qualche anno, si è fatto sempre più largo e diffuso l’uso dei social media. Per molti, l’utilizzo dei social viene correlato ad un approccio da passatempo. Al contrario, i social possono essere un grande strumento di business e marketing per far conoscere le attività di una società di calcio che vuole crescere soprattutto a livello territoriale.

I canali social

Spesso, infatti, ci sono piccole o grandi società che fanno molto, ma all’esterno trapela solo una piccola parte. I risultati sportivi o l’utilizzo di WhatsApp per comunicare, come spesso accade, non bastano da soli a far conoscere all’esterno la bontà del lavoro svolto da una scuola calcio, ma occorre che vi sia associata anche una precisa strategia di marketing e comunicazione. Nell’epoca del Web, ad esempio, è fondamentale la presenza online. Un sito web abbinato a canali social quali Facebook, Twitter, Instagram, Youtube devono essere aggiornati costantemente, in modo che i “clienti/famiglie” già acquisiti o potenziali, siano ancora maggiormente fidelizzati.

Le funzioni dei social, come sappiamo, sono molteplici: portare traffico al sito web societario, farsi conoscere e presentare le proprie attività, le squadre, le strutture…e, perché no, abitudini e competenze, interagire con famiglie, tifosi ed appassionati offrendo opportunità di aggiornamento e partecipazione.

La professionalità sui social

Una società di calcio moderna deve rispettare delle regole che nel web e nei social hanno un loro linguaggio chiaro evitando effetti boomerang sulla propria immagine. Nasce qui lo sguardo e la tutela sulla propria reputation (reputazione) e su quella dei competitor (concorrenti). Un post fatto male sui social può diventare infatti un’arma a doppio taglio se mal gestita o mal vissuta da una società.

Ed è per questo che in ogni attività è sempre bene farsi consigliare e supportare da personale competente: il presidente tuttofare, che allena pure, fa da addetto stampa, direttore sportivo etc. non è il modello da seguire, anche se in alcuni contesti potrebbe funzionare. La professionalità di una scuola calcio, si misura oltre che su un campo di gioco, anche dall’affidamento della comunicazione ad un esperto del settore. Quando si programma una stagione, una società dilettantistica, ancor più di una professionistica, dovrebbe stilare un piano di marketing oltre che una strategia di comunicazione che renda ben chiari quelli che sono i processi in atto, i contenuti e gli obiettivi della società e della stagione.

palloni

Usare il web e i social

Il web e il social sono infatti luoghi di incontro e diffusione che richiedono i seguenti principi:

  • essere attivi, partecipi e professionali dando massimo riguardo e monitoraggio all’account della società ed ai vari collegamenti;
  • inserite contenuti utili e interessanti a chi legge;
  • date attenzione alle molteplici pagine del sito web;
  • monitorate bene il profilo societario;
  • interagite attivamente con i tifosi e/o famiglie;
  • scrivete con costanza e arricchite i contenuti in modo fresco, originale, ed interessante.

campo

Elementi chiave nei social

Elementi chiave dei social sono individuati nelle Informazioni, nelle news, nelle immagini, nei video, nei confronti, negli eventi, negli approfondimenti, nei video brevi e di qualità, nelle parole chiave, nelle possibilità di commento e sono queste le cose che maggiormente attirano gli utenti finali.

Ed infine chiedersi “perché essere presenti in rete?” Per avere maggiore visibilità (essere anonimi in un contesto sposrtivo, non è mai produttivo) e maggior richiamo al senso di identità (brand identity). Una società di calcio social diventa brand di se stessa!

Per una corretta professionalità nell’apporto con i social è utile che una società si chieda:

  • come ci vedono dal di fuori i tifosi e le famiglie?
  • come vorremmo essere percepiti all’esterno?
  • e come possiamo migliorarci dal punto di vista della comunicazione con i nostri interlocutori? (questo significa davvero colmare un GAP).

Domande che una società dilettantistica o professionistica che sia, dovrebbe porsi. Perchè lo sport e in particolar modo il calcio, con l’avvento dei social, è cambiato in maniera radicale.


Condividi su...
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Privacy Policy